CAFFÈ FINANZIARIO DEL 28 FEBBRAIO 2021

Nervosismo può essere la parola corretta per definire l’ultima settimana di febbraio.

🔺Una caratteristica non solo dei mercati finanziari ma oserei dire in tutto quanto è successo nel mondo reale, dalla vita politica internazionale alla gestione della pandemia. Anche se questa non è la sede opportuna per parlarne non possiamo dimenticare che quanto succede per le strade del mondo si riflette sempre sul mondo economico: la prima azione militare di Joe Biden in terra siriana, le accuse degli Stati Uniti verso la leadership della Arabia Saudita per omicidio del giornalista dissidente Khasshoggi, l’aumento dei contagi COVID dovuti alle varianti, il rallentamento della produzione di vaccini …

🔸Tutto questo impatta a suo modo sul mondo finanziario che, inoltre, questa settimana ha vissuto un leggero aumento dei rendimenti delle obbligazioni americane. Questo movimento dei tassi dei titoli di stato Usa a 10 anni ‘spaventa’ un pò gli investitori he temono l’aumento dell’inflazione perchè sposterebbe masse di liquidità dal mercato azionario a quello obbligazionario.

Andamento ultima settimana

A farne le spese, parlando di mercato azionario, sono stati principalmente i settori della nuova economia (digitale, green economy, robotica…) mentre si sono apprezzati quelli definiti ciclici, come il finanziario, il farmaceutico, il petrolio.

Ma se la strategia di investimento che stai adottando è corretta tutto questo non lo si deve temere anzi sono buone occasioni di acquisto e di accumulo per approfittare della ripartenza. Se ricordi anche nel post del 13 febbraio scrivevo che sarebbero state settimane di volatilità e questo si sta verificando.

📌 Negli ultimi 12 anni, cioè dal momento della crisi dei mutui subprime, ogni anno sui mercati si sono verificate settimane di discesa ma mai la stessa è durata più di qualche mese (3 per esattezza) prima di avere un rimbalzo significativo.

❇️ “NON CONTA PREVEDERE LA PIOGGIA, CONTA COSTRUIRE L’ARCA” ❇️

Warren Buffett una volta disse proprio così.

Con questo riferimento biblico il grande investitore ci ricorda che non serve arrovellarsi su quando scoppierà la prossima crisi economica, su quando avverrà il prossimo crollo sui mercati o su quando esploderà l’inflazione.

🔸 Quello che ci serve è essere preparati per quegli eventi e aver costruito la nostra “arca”. Proprio come Noè che si preoccupò di mettere in salvo la propria famiglia dall’imminente Diluvio Universale, un investitore non può ignorare il fatto che un domani può accadergli un evento sconvolgente.

Non c’è bisogno dello scoppio di una pandemia. Esistono diversi “piccoli” eventi su scala globale che però sono in grado di sconvolgere profondamente la sfera personale. Eventi negativi come la perdita del posto di lavoro o l’insorgere di problemi di salute. Eventi positivi come la volontà di mettere su un proprio business o di dare a se stessi o a un proprio caro l’opportunità di fare esperienze di alto livello (tour in giro per il mondo, formazione in istituti prestigiosi e così via).

Quello che tutti questi eventi hanno in comune è il fatto che impattano sulle vostre finanze.

🔹 La nostra “economia personale” è alla base della nostra sopravvivenza e del nostro stile di vita. Ma quale “arca” stiamo costruendo per proteggerla?

Molti italiani sembrano pensare che la loro “arca” sia la liquidità sul conto corrente. Nei momenti di grandi difficoltà in cui tutto sembra incerto, gli italiani in massa hanno deciso di accumulare liquidità in banca. Dall’inizio della pandemia i depositi bancari sono infatti aumentati dell’8% arrivando a 1628 miliardi di euro.

🔺 Un diluvio di liquidità è arrivata sui conti correnti e lasciata poi ferma per paura e insicurezza. Sappiamo però che le scelte dettate dalla paura non sono quasi mai ottimali. Avere liquidità elevata non è assolutamente un modo efficace per preparare l’arca che è in grado di proteggerci.

Risparmiare è importante e un po’ di liquidità fa comodo per far fronte agli imprevisti. Ma il nostro benessere finanziario non dipende solo dalla quantità di risparmio accumulato.

Dipende anche da come impieghiamo quel risparmio.

🔸La liquidità è sempre una scelta poco redditizia. Nessun interesse, nessuna rivalutazione.

Per aumentare il proprio risparmio senza dover stringere la cinghia ulteriormente, rinunciando anche alle spese che fanno parte del nostro attuale stile di vita, il solo modo è investire.

Di fronte ad avvenimenti come la pandemia, crolli a doppia cifra sui mercati azionari come quello avvenuto lo scorso marzo e aumenti “inaspettati” dei livelli di inflazione, investire è COME costruire l’arca.

Warren Buffet

E su questo Buffett è sicuramente concorde. Mesi fa, quando la pandemia era nel pieno della prima ondata, durante un’intervista disse:

“Un domani qualsiasi cosa può succedere ai prezzi delle azioni. Occasionalmente, ci saranno dei crolli sul mercato, magari anche del 50% o peggio. Ma le azioni restano di gran lunga la miglior scelta di lungo termine per un singolo investitore che non utilizza denaro preso in prestito e che riesce a controllare le sue emozioni”.

Con il portafoglio della Berkshire (la sua società di investimenti), Buffett ha circa 270 miliardi di dollari investiti in azioni come Apple, Bank of America e Coca-Cola. Il grande investitore continua a dare fiducia alle aziende, soprattutto quelle altamente capitalizzate, che stanno diventano sempre più dei “forzieri” per i capitali del mondo in cerca di riparo e rendimento.

Però non è necessario che un’azienda capitalizzi centinaia di miliardi per essere una buona opportunità d’investimento.

✅ Quello che conta è per ognuno di noi costruire la propria “arca” investendo in azioni (non direttamente per non alzare il rischio specifico) che possono far crescere i nostri risparmi senza dover fare rinunce al proprio stile di vita attuale.

Non ci interesserà più “prevedere la pioggia”.

❇️ Il nostro focus sarà DOVE quell’arca che costruiremo sarà in grado di portarci, mentre gli altri rimarranno fermi al palo incapaci di capire dove hanno sbagliato.

Buona domenica

Simone

☎️ 035.0045182

📱 346.2627126

📧 info@simonepontiggia.it

📌 Calcinate, via Coclino 22

Instagram : @simonepontiggiaconsulente

Club House : @simopont

‼️ Facebook: https://www.facebook.com/groups/201460741291033/?ref=share (gruppo chiuso) ‼️

YouTube : Simone Pontiggia consulente

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...